COLLANA LEA

Acquista

Manuela Masciangelo

L'uomo, la Bestia e il fallo
Svelando l'Universo in Blu

2014
pp. 136
€ 15,00

ISBN 978-88-6808-040-2

L’uomo, la bestia, il fallo è un vademecum sul maschio del XXI secolo, a metà strada tra un primate non ancora civilizzato e un lottatore hi-tech nella giungla urbana. Lungi dal banalizzare l’intero testo con una serie di generalizzazioni sull’uomo medio, l’Autrice ha preferito soffermarsi sulla necessità di analizzare, con una certa attenzione, quei profili di sicuro e meritevole interesse psicologico che, a causa di una congenita anormalità personale e di conseguenza relazionale, spingono molte donne a chiedersi se potrebbero farne volentieri a meno. Sarà allora possibile sbizzarrire la propria fantasia nell’immaginare quanti improbabili “maschi” si aggirino nello sterminato universo virtuale, riproponendo, spesso, modelli di corteggiamento demenziali o inopportuni. Con uno stile letterario agile, godibile e di immediato impatto, l’Autrice si è divertita a mettere in campo le sue conoscenze psicologiche e, prima ancora, le esperienze di donna per raccontare l’altra metà del cielo, valutando le peculiarità e le caratteristiche positive e negative di ognuna di queste “bestie da salotto”, con l’intento di far comprendere alle lettrici, ma anche al lettore, che dietro a tale selva di bizzarre creature si cela spesso una scia di ombre, di drammi o di veri e propri cataclismi esistenziali, che probabilmente rendono maggiormente le donne un po’ più umane e imperfette di quanto ci ostiniamo a voler immaginare dalla notte dei tempi.

 

Acquista

Lucia Custodi

Il giardino di Lucy

2012
pp. 136
€ 20,00

ISBN 978-88-96421-62-8

 

Come per magia, ecco che entriamo senza affaticarci con gradini e labirinti, nel giardino di Lucy, dove piante locali ed esotiche, essenze arboree, paesaggi incontaminati divengono punto di partenza e di arrivo di ogni pensiero, ricordo, esperienza, affetto, dubbio, certezza: è un linguaggio fatto di foglie, steli, di semi, di infiorescenze, con cromatismi ed effluvi variamente combinati, che ben presto affascinano e sorprendono ad ogni pagina. Gli elementi vegetali vengono, quindi, a costituire una sorta di schermo, di diaframma, attraverso il quale si guarda e si considera il mondo ed anche la propria interiorità: è attraverso le più varie specie che vengono richiamate e vagheggiate memorie apparentemente sepolte, emozioni ancestrali, che prendono forma, idee, considerazioni, in una sorta di bilancio esistenziale, ora condotto con lucida razionalità e saggezza, ora nelle forme trasognate del flusso di coscienza.

Acquista

Marinella Temperoni

... e la biondina sposò il Tenente
Una vita con la Benemerita

2007
pp. 144
€ 12,00

ISBN 978-88-87675-58-0

 

 

Marinella Temperoni, che da sempre persegue, per il tramite della scrittura, la ricostruzione di una memoria che il tempo e l’incuria degli uomini tendono a obliare, ha voluto offrire alla complessa vicenda familiare di Rita Verrico una ribalta letteraria non tanto per enfatizzare un passato che non c’è più, quanto invece per trarne ammaestramenti per ben costruire il suo, il nostro futuro. È un volume che mentre racconta la vita di una donna, di una figlia, di una sposa, di una madre, di una nonna, dall’altro la ricchezza di intrighi visualizza una sorta di romanzo verista. Laddove il vero è sovente più sconvolgente del fantastico e dell’irreale. E ha fatto bene Marinella a raccontare. Per Rita, per sé e per tutti coloro che amano perseguire la conoscenza dell’uomo in viaggio verso la meta del perfettibile.

 

 

Acquista

Vania Valentini

Il cognome pariarcale

2007
pp. 64
€ 8,00

ISBN 978-88-87675-38-2

In questo libro, l’autrice, partendo da un’analisi del contesto storico nel quale si è formato il sistema di trasmissione del cognome, giunge fino ai nostri giorni per scandagliare non solo le contraddizioni presenti nella disciplina italiana, ma anche i limiti degli altri sistemi europei e delle proposte di legge giacenti in Parlamento. A queste contrappone la propria proposta, definendola del “cognome pariarcale” e presentandola come il punto di partenza di un più ampio discorso volto a riaffermare il femminile in tutti i settori della vita sociale, “affinché ogni donna non debba rinunciare a una parte essenziale di sé”.

 

Acquista

Fiorella Giacalone
Maria Teresa Marziali

Umbria rosa/verde
Saperi femminili e cultura regionale

1998
pp. 64
€ 5,16

Dalle interviste ad alcune esponenti del movimento femminile in Umbria, oggi impegnate a vario livello nelle istituzioni locali, si forma un quadro dei problemi e delle dinamiche della nostra storia recente da cui affiora sia il manifestarsi della cultura delle donne, sia la risposta istituzionale alle proposte ed esigenze espresse dalle donne in termini di corporeità, associazionismo, cultura, servizi, qualità della vita.

 

Acquista

 

 

Anna Lizzi Custodi

Con le donne e non solo

2001
pp. 334
€ 15,49

Intervistata da Daniela Carpisassi, Anna Lizzi Custodi racconta le sue vicende di donna prorompente, eccezionale e comune al tempo stesso. Una pioniera della politica, nata negli anni trenta e conquistatasi uno spazio nella sfera pubblica, come responsabile dell’Unione donne italiane di Terni e come esponente di spicco del PCI in Umbria. Con le sue risposte rende conto di un pezzo di storia comune alle migliaia di donne italiane impegnate sul fronte della sinistra con le modalità proprie degli anni cinquanta e sessanta. Nella testimonianza impreziosita da foto e documenti, ampio spazio viene dato alla memoria; ma l’intervista non si esaurisce nella ricostruzione storica, divenendo occasione per una riflessione sul presente.

Acquista

Anna Ciccarelli

Donne e testamenti a Stroncone tra il XIV e il XV secolo

1999
pp. 96
€ 10,33

Tra le amministrazioni comunali che si segnalano per l’impegno culturale, quella di Stroncone merita una particolare attenzione per la realizzazione della mostra Donne e documenti a Stroncone tra il XVI e il XV secolo che contribuisce a portare alla luce la difficile realtà femminile in un piccolo castello umbro sul finire del Medioevo. L’obiettivo principale è quello di far emergere il piccolo mondo delle memorie, degli affetti, della solidarietà, delle fede, della devozione e di offrire uno spaccato di vita quotidiana, individuale e privata delle testatrici. Fonte delle ricerche e degli studi, sono stati gli atti di ultima volontà, documenti importanti per la conoscenza di una società e dei suoi aspetti economici, culturali e religiosi. I testamenti appaiono come inventari ricchi e particolareggiati dei beni personali e dei possedimenti, consentendo di conoscere lo status sociale, i diversi legami parentali, lo spirito caritatevole e devozionale che le animava. Si è esaminato oltre ai testamenti, anche importanti fonti documentarie quali i Consigli e Riformanze e gli Statuti, fondamentali per approfondire gli aspetti giuridici e civili che regolavano la vita delle donne nel tardo Medioevo.